Categories

Iscrizione alla newsletter

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la Privacy Policy
We are in Social

COSTRUIAMO LA CASA COMUNE DEGLI ARCHITETTI ED INGEGNERI

Con l’arrivo del nuovo anno, desideriamo formulare a tutti gli architetti e ingegneri, iscritti e non alla nostra Associazione, i nostri auguri di un Felice e soprattutto migliore 2017.

Un altro anno è andato via lasciandoci un aggravamento della nostra condizione professionale a seguito dei continui attacchi del potere economico che intende proletarizzare le libere professioni.

Il momento storico di crisi economica che stiamo vivendo però ci impone di rivolgere uno sguardo verso i più deboli, cioè quegli iscritti (il 10% secondo i dati INARCASSA) che “sono entrati in un loop che forse difficilmente potrà farli riemergere“, e gli altri (un ulteriore 13%) che “hanno problematiche accumulate per 4/5 anni“: parliamo quindi di un quarto degli iscritti (circa 35.000 colleghi) che sta per chiudere l’attività!

Se l’economia della libera professione continuerà ad avere questo trend, a questi nostri colleghi si aggiungeranno a breve gli altri iscritti che in questo momento riescono ancora a rispettare le scadenze fiscali, previdenziali, formative, ecc. con difficoltà e sacrifici.

Noi non crediamo che la soluzione agli attuali problemi consista nell’epurare dall’attuale mercato i più deboli nella speranza di migliorare il reddito medio pro-capite dei superstiti, ma nel riconquistare i mercati che ci sono stati tolti da quei soggetti che non appartengono al nostro mondo libero-professionale.

In buona sostanza occorre che chi detiene posizioni apicali, nella nostra categoria e nel governo, non sia forte con i deboli e debole con i forti ma che inverta la tendenza, percorrendo l’unica strada possibile che è quella di condividere gli obiettivi con tutti gli stakeholder del settore.

L’auspicio è che i nostri sforzi possano vedere migliorati, rispetto all’attuale momento, l’attività libero professionale e i relativi compensi, e che, in tempi brevi, possiamo sentirci tutti parte della stessa “categoria” perchè finalmente siamo riusciti a costruire la nostra casa comune.

Per questo vi invitiamo ad iscrivervi o a rinnovare l’iscrizione a Federarchitetti attraverso le nostre sedi periferiche o direttamente presso la sede nazionale secondo le indicazioni riportate al link: https://federarchitetti.it/adesioni/.



Rivista sicurezza nei cantieri 2017


Rivista sicurezza nei cantieri 2018


Rivista sicurezza nei cantieri 2019